Ma Va in Mona!

MooncupPer ridurre i rifiuti, in occasione dell'8 marzo, il Comune di Maserada sul Piave, in provincia di Treviso, ha deciso di lanciare fra le donne del paese la Mooncup, una coppetta per le mestruazioni "amica dell'ambiente" riutilizzabile ciclo dopo ciclo, al posto dei tradizionali assorbenti
Ma che cos'Ŕ la Mooncup?

http://www.labottegadellaluna.it/moon_c.html

Si tratta di una coppetta in silicone morbido che va inserita nella vagina con lo scopo di raccogliere il flusso mestruale. Una specie di piccolissimo imbuto, quindi, da svuotare 3-4 volte al giorno, che va a sostituire il classico assorbente esterno o quello interno. La vera novitÓ, che tanto piace ai paladini dell'ambiente, Ŕ che la"Mooncup" si pu˛ riutilizzare ciclo dopo ciclo: E' sufficiente pulirla con l'acqua ed eventualmente sterilizzarla per garantire un livello di igiene ancora maggiore.
 

Eh!Eh!
Eh!Eh! Eh!
Ah!ah!
Ah!ah! Ah!
Ah!ah! Ah!ah! Ah!ah! Ah!ah! Ah!ah!

Mi astengo dal commento e mi limito, da veneto, a segnalare l'assonanza tra "Moon" e "Mona" ...che sia un caso?..o un'altra evidente manifestazione a livello linguistico e funzionale, dell'inconscio collettivo. Certo Ŕ che se decidiamo di imboccare questa strada di virt¨..perchŔ non ritornare al budello animale al posto dell'inquinante preservativo? Esso, superate prevedibili resistenze psicologiche, presenta indubbi vantaggi di biodegradabilitÓ.
Mi sovviene inoltre una simpatica filastrocca veneta che, giÓ ai tempi di nonna, parlava di una soluzione al problema del contenimento mestruale con mezzi ecologigi e riutilizzabili.
" Regolarmente la fine del mese
a tute le done ghe vien el marchese
e tute in quei giorni le brave ragasse
le se impinise la mona de strasse"

(Le strasse...se sa ..le se pol lavar in tel fosso dopo l'uso..co la zenare par disinfetarle)
Nonna, senza saperlo era un'antesignana ecologista.